Ultime notizie
Tonsillectomia e corsa

Tonsillectomia e corsa

La preparazione stava andando bene, molto bene, quando un bel lunedì mattina ricevo la telefonata che aspettavo già da un paio di mesi…”l’intervento di tonsillectomia è fissato per il 15 gennaio” mi dice.

Il chirurgo a suo tempo mi disse che prima del 15 non sarei stato operato  per cui prima di così era impossibile, un po’ di problemi sorgono quando mi reco dal chirurgo per la cura pre intervento e gli chiedo del ritorno a correre: ”20 giorni” è l’amara sentenza!

“Cavolo in 20 giorni perderò tutti i progressi fatti fino a ora!” No è impossibile, magari potrò andare in palestra a correre sul tapis roulant, non è la stessa cosa ma per non stare proprio fermo 20 giorni qualcosa dovrò inventarmi! Chiedo con il chirurgo e la risposta è sempre la stessa “20 giorni”.

Vabbè riproverò dopo l’intervento.

Il 15 nel pomeriggio mi sottopongo alla tonsillectomia e il 16 mattina mi ripresento dal chirurgo per essere dimesso, gli chiedo nuovamente della corsa e la risposta è sempre quella “20 giorni”.

Il problema di per se non sono i 20 giorni di stop ma la distanza che mi separa dalla prima gara stagionale, la Maratona del Lamone, dal 2 di febbraio giorno di ripresa allenamenti, mancheranno esattamente 9 settimane, un po’ poche per preparare una maratona partendo da zero…

La speranza è quella di poter riprendere anche solo la settimana prima con qualcosa di leggero.

Fino al 26 me ne starò in casa al calduccio come richiesto dal chirurgo ma dopo un po’ alla volta dovrò ricominciare a far girare le gambe.

A casa ho a disposizione una cyclette e i miei pesi che uniti ad un po’ di stretching dovrebbero quanto meno preservarmi la forma e magari dal 29 potrei recarmi in palestra per provare a fare  30’ di tappeto in modo da essere pronto per la ripartenza! Sperem

La Tonsillectomia di per se non è un intervento complicato (io sono stato prelevato dalla camera alle 16 e alle 17 ero di nuovo nel mio letto)l’unico problema è che bisogna stare attenti a non prendere freddo prima dell’intervento per non rischiare di farlo saltare e dopo per non rischiare di avere complicazioni, poi se vi piace il gelato, lo yogurt e i budini vari non avrete problemi neanche con l’alimentazione dei primi 4/5 giorni!

 

 

>Loris

About loris

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});