Ultime notizie
Stretching – prima parte

Stretching – prima parte

Sull’utilità o meno dello stretching esistono svariate scuole di pensiero, si passa da chi lo ritiene indispensabile a chi addirittura dannoso. io vi riporterò solo la mia esperienza personale e niente più.

Per un periodo relativamente lungo avevo abbandonato completamente lo stretching convinto dai tanti articoli che si trovano online della sua inutilità per la corsa. Dopo un primo periodo dove effettivamente sembrava non fosse cambiato assolutamente niente sono cominciati i problemi… Dolori muscolari, contratture e infiammazioni sono diventate consuetudini, sono stato perciò costretto a cercare un bravo fisioterapista che oltre ad avermi rimesso in sesto mi ha fatto anche “riavvicinare” allo stretching e ai suoi benefici.

Lo stretching pre-allenamento effettivamente non è utilissimo, secondo alcuni è addirittura dannoso, e andrebbe effettuato più che altro come riscaldamento assieme ad alcuni esercizi di mobilità articolare e ad una ventina di minuti di corsa blanda, le posizioni andrebbero tenute dai 20” ai 30” e senza mai forzare troppo l’allungamento Al contrario, al termine dell’allenamento, lo stretching è utilissimo e fatto in maniera regolare porta solo benefici. Dopo la fatica dell’allenamento allungare la muscolatura contratta dallo sforzo ci permette di recuperare prima e anche di dover incorrere in piccoli infortuni che potrebbero minare la preparazione per le nostre gare. Qui sotto trovate i link per poter scaricare le due schede di stretching che uso io normalmente, prima dell’allenamento sono necessari 3/4’ mentre al rientro servono 10’/12′ per eseguire un buon allungamento.

 

Per approfondire:

Albanesi – Albanesi 2tuttopodismo – Asics – Wikipedia – Corriere

QUI troverete un articolo di Runner’s World con una bella scheda di stretching pre e post allenamento scaricabile.

About loris

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});