Ultime notizie
La mia 50km di Romagna

La mia 50km di Romagna

Dopo due giorni di riposo, finalmente mi sono deciso a scrivere un piccolo resoconto sulla mia prima ultra-maratona, la 50Km di Romagna.
La giornata comincia presto, complice la tensione mi sveglio alle 5.35, una abbondante colazione un po’ di pc per passare il tempo e verso le 7.15 parto per Castel Bolognese.
Arrivo in piazza e mi metto a cercare qualche amico che altrimenti al traguardo sono sicuro non vedrò, giro e rigiro ma non trovo nessuno, incontro allora Federoca e suo marito Luigi, due chiaccher50km-6e veloci e poco prima delle 8 provo a passare alla BCC per vedere se c’è qualche forumendolo, da lontano riconosco subito Igor/passofelpato, già conosciuto alla StraRimini, mi avvicino e trovo anche MarcelloS, Claudio_c con consorte, in griglia vedo anche unalieno e faccio la conoscenza di Omar.
Ore 8.30, finalmente si parte. Decido di stare sui 5.45”, non voglio forzare fino a Casola, ogni tanto mi accorgo di aumentare la velocità ma subito rientro, tanta gente mi passa ma strada facendo tanti li riprenderò.
La gara scorre tranquilla, ogni tanto nei primi km ritrovo Omar, arriviamo a Riolo Terme, casa mia, prima del ristoro trovo la mia compagna con mio figlio e addirittura mio padre e mia madre a fare il tifo, mi fermo un attimo per un saluto e si riparte.
Dopo Riolo m50km-4i unisco a due runner del parmense (se non ricordo male…) e faccio un po’ di km con loro.
La strada prosegue con i suoi saliscendi fino a Casola Valsenio, mentre entro in paese intravedo passofelpato che sta già imboccando la strada per Zattaglia; passo all’intermedio in 2h18’40” e sono a metà gara in 2h25’.
La salita come da programma la affronto alternando tratti di corsa con tratti di camminata, forse anche troppo forte, riesco a salire in 34’, effettivamente troppo veloce ma non ci penso e mi butto in discesa.
In discesa mi sono sempre trovato a mio agio, piego il busto in avanti, accorcio un po’ la falcata e mi butto a capofitto.

Piano piano recupero tutto il tempo perso in salita infatti all’arrivo a Zattaglia il garmin segna 3h20’ e una media di 5’48”, piccola sosta al ristoro e si riparte.
Cerco di aumentare un pelo il ritmo, mi spingo fino ai 5’35”,al km 37,6 sono ancora a 5’48”/km, qui inizia un breve tratto in discesa dove provo a forzare un po’ ma il ginocchio destro inizia a fare le bizze, provo a spinge50km-5re ma niente, devo camminare.
Dopo 2/300m di posso riparto da dopo poco più di un km sono già fermo, il ginocchio fa male.
Da qui in avanti sarà tutto un alternare tratti di corsa a tratti di cammino con i primi che diventeranno sempre più corti e i secondi sempre più lunghi, un po’ alla volta arrivo a Biancanigo dove mi unisco a una simpatica coppia di ragazzi toscani e decido di arrivar
e al traguardo con loro anche se poi a 300m dall’arrivo uno di loro non ce la fa proprio più e finisco da solo. 5h07’.
All’arrivo riesco a scambiare due chiacchiere con Mauro che purtroppo non ha terminato la gara poi mi dirigo verso la tenda dei massaggi a farmi stropicciare un po’ le gambe doloranti, incontro nuovamente passofelpato, Federoca e Claudio.
Una bella immersione nella fontana mi rimette in sesto le gambe prima di tornare a casa.
Il caldo oggi ha influito tanto sulle prestazioni, fortunatamente non ho mai saltato un ristoro alternando sempre acqua a Sali e mangiando arancia e limone di continuo.
Non nego di essere deluso, speravo di finire tra i 5’45” e i 5’50”/km invece ho terminato a 6’08” tra gli stenti, ma nonostante la debacle finale MySdam dice che nella seconda parte ho recuperato ben 56 posizioni, da 318imo a 262imo su 553 arrivati.
Ora mi aspetta il Passatore (forse…)
50km-3

About loris

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});